osservatorio anci-ifel

Formazione Anci: 40 giovani sindaci, assessori e consiglieri a lezione di amministrazione comunale

di Mauro Savini (*)

Quaranta fra sindaci, assessori e consiglieri comunali under 36 provenienti da tutti Italia si sono dati appuntamento a Calalzo di Cadore dal 9 al 13 settembre per la summer school 2016 del ForsAM – Corso di formazione specialistica in amministrazione municipale della Scuola Anci per giovani amministratori.

Gli obiettivi dell'iniziativa
L'iniziativa, giunta alla sua quinta edizione, costituisce il principale appuntamento italiano dedicato alla formazione degli amministratori comunali, e ha l'obiettivo di accrescere le competenze dei partecipanti sulle materie di principale interesse comunale. Nella summer school, i partecipanti – selezionati sulla base di una valutazione basata su titoli e prove di selezione - si stanno confrontando con docenti universitari, rappresentanti di pubbliche amministrazioni centrali, esperti e altri amministratori locali per i corsi di inserimento dei sette moduli formativi che verranno approfonditi nel corso delle future lezioni del ForsAM in programma a Roma da fine settembre a marzo 2017: diritto amministrativo e etica pubblica, welfare, gestione e valorizzazione delle risorse, finanza locale, servizi pubblici locali, politica di coesione e innovazione urbana. Spazio anche al confronto su temi prioritari quali la promozione territoriale, l'associazionismo di funzioni, la mobilità e l'urbanistica.

La scuola
La scuola, organizzata in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei ministri e finanziata con il Fondo nazionale per le politiche giovanili, è rivolta ai giovani amministratori delle Città e dei Comuni italiani ed è finalizzata all'acquisizione di valori, obiettivi e strumenti idonei a governare al meglio il proprio territorio. L'iniziativa è nata nel 2012 e negli anni ha visto un progressivo aumento dell'offerta formativa e degli amministratori partecipanti. Oltre al ForsAM, nel corso dell'anno vengono organizzati in tutta Italia laboratori, seminari e corsi specialistici aperti a tutti i giovani amministratori dei Comuni iscritti all'Anci.

La formazione
Quello della formazione degli amministratori locali è un tema che assume sempre più importanza di fronte ai continui cambiamenti normativi e di scenario sociale e economico degli ultimi anni, a partire dalla progressiva riduzione delle risorse a disposizione dei Comuni, che impone di identificare con attenzione le priorità della spesa per continuare a erogare servizi adeguati ai cittadini. Parimenti, la necessità di un aumento della presenza dei giovani fra gli eletti alle cariche amministrative dei diversi livelli di governo nazionale è un obiettivo da perseguire con misure specifiche, anche perché la centralità dell'elemento generazionale nella rappresentanza politica si accompagna a una più generale e rinnovata attenzione alla condizione giovanile, resa necessaria dall'evidenza dei dati che esprimono importanti criticità su diversi aspetti, primo fra tutti quello dell'occupazione.
In questo quadro i Comuni presentano una situazione in controtendenza, caratterizzata da una certa vitalità, come testimonia la presenza di amministratori under 35 che si attesta, ormai da anni, intorno a un quinto del totale degli amministratori municipali: a fine 2015, il numero di giovani sindaci, assessori, consiglieri comunali è pari a 23.550 su un totale di 107.186, rappresentando il 22% degli amministratori comunali in Italia, a fronte del 17,5% del 2013 (Fonte: ufficio studi Anci). Questo universo presenta, nella maggior parte dei suoi componenti, un mix peculiare di necessità, prima fra tutte l'acquisizione di competenze idonee allo svolgimento del ruolo di amministratore. È un bisogno che scaturisce, da un lato, dalla limitata esperienza amministrativa e dalla minore offerta di formazione "politica" tradizionale e, dall'altro, da una maggiore propensione all'apprendimento connaturata all'elemento generazionale. Questo determina una elevata domanda di formazione specialistica, espressamente riferita al governo locale e alla quale la Scuola Anci per giovani amministratori si propone di dare una risposta.

(*) Area innovazione tecnologica, attività produttive, cultura e turismo, politiche giovanili, mobilità energia e progetti europei Anci


© RIPRODUZIONE RISERVATA