Home  › Amministratori e organi

All'incandidabilità dopo lo scioglimento per mafia basta la colpa per cattiva gestione

di Andrea Alberto Moramarco

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Ai fini dell'applicabilità della misura interdittiva della incandidabilità per il primo turno elettorale successivo allo scioglimento di consigli comunali o provinciali, conseguente a fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso, non serve la partecipazione all'associazione mafiosa o il concorso esterno, ma è sufficiente la colpa nella cattiva gestione della cosa pubblica che ha portato alle ingerenze delle associazioni criminali sul territorio. Lo ha precisatola Cassazione con la sentenza n. 7316/2016, depositata ieri. Il caso La questione analizzata dalla Corte ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?