Home  › Amministratori e organi

Nei Comuni scioglimento per mafia solo quando i fatti sono «univoci e concreti»

di Michele Nico

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Con la sentenza 19 ottobre 2015 n. 4792, il Consiglio di Stato, Sezione III, offre alcuni criteri interpretativi in ordine ai presupposti per lo scioglimento dei consigli comunali e provinciali in rapporto a fenomeni di infiltrazione di tipo mafioso, sostenendo che per dare corso a tale misura preventiva occorre la sussistenza degli elementi sintomatici del condizionamento criminale che si connotano per concretezza, rilevanza e univocità, con l'effetto di compromettere il regolare svolgimento delle funzioni dell'ente. I fatti La vicenda esaminata da ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?