Home  › Amministratori e organi

Partecipate, il consigliere provinciale può contestare le nomine se non è leso su specifiche prerogative

di Massimiliano Atelli

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

E' inammissibile per difetto di legittimazione attiva il ricorso presentato da un consigliere provinciale avverso l'invito a presentare candidature per la nomina in società partecipate dalla finanziaria regionale, dal momento che il ricorrente non è titolare, in relazione all'atto impugnato, di una posizione giuridica qualificata e differenziata, né in qualità di consigliere provinciale (dal momento che egli non impugna un atto lesivo delle proprie prerogative di consigliere) né in quanto comune cittadino (dal momento che non ha presentato ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?